30 Giu 2014 @ 10:48 PM 

WHAT THE THUNDER SAID

Here is no water but only rock
Rock and no water and the sandy road
The road winding above among the mountains
Which are mountains of rock without water
If there were water we should stop and drink
Amongst the rock one cannot stop or think
Sweat is dry and feet are in the sand
If there were only water amongst the rock
Dead mountain mouth of carious teeth that cannot spit
Here one can neither stand nor lie nor sit
There is not even silence in the mountains
But dry sterile thunder without rain
There is not even solitude in the mountains
But red sullen faces sneer and snarl
From doors of mudcracked houses
If there were water
And no rock
If there were rock
And also water
And water
A spring
A pool among the rock
If there were the sound of water only
Not the cicada
And dry grass singing
But sound of water over a rock
Where the hermit – thrust sings in the pine trees
Drip drop drip drop drop drop drop
But there is no water

***********************

COSA HA DETTO IL TUONO (da “The Waste Land”)

Qui non c’è acqua, ma solo roccia
Roccia e non acqua e la strada di sabbia
La tortuosa strada sopra le montagne
Quali sono le montagne di roccia senza acqua
Se ci fosse acqua ci  fermeremmo a bere
Tra le rocce non ci si può fermare o pensare
Il sudore è asciutto e piedi sono nella sabbia
Se ci fosse solo acqua tra le rocce
La bocca di denti cariati della montagna morta che non può sputare
Qui non si può stare in piedi né mentire né sedersi
Non c’è nemmeno il silenzio in montagna
Ma il tuono asciutto e sterile senza pioggia
Non c’è nemmeno la solitudine in montagna
Ma i volti rossi imbronciati derisi e ringhianti
Dalle porte delle case di fango incrinate
Se ci fosse acqua
E non roccia
Se ci fosse roccia
E anche acqua
e acqua
Un’estate
Una piscina tra le rocce
Se solo ci fosse il suono dell’acqua
Non la cicala
E l’erba secca che canta
Ma il suono dell’acqua su una roccia
Quando l’eremita – canta tra gli alberi di pino
Drip drop drip drop drop drop drop
Ma non c’è acqua

T. S. Eliot (from “The Waste Land”)

 

 

Scritto da: indian
Ultima modifica: 24 Lug 2014 @ 02:42 PM

EmailPermalink
Tags


 

Commenti a questo post » (3 Totale)

 
  1. vitty scrive:

    Ti ringrazio Indian per avermi aggiornato con l’indirizzo del tuo sito di poesie. Permettimi di farti i complimenti! Scrivi benissimo! Sai creare delle atmosfere molto coinvolgenti con i tuoi versi.Specialmente le poesie in dialetto ( che,lo ammetto non riesco a tradurre le parole ma riesco a carpirne l’intensità,il patos che racchiudono ) una volta letta la traduzione, capisco di non essermi sbagliata.Le emozioni che mi avevano trasmesso erano quelle giuste!

    Per ora mi sono fermata alla poesia “Presepe ” che mi ha colpito e commosso molto. Per tutta una serie di circostanze,che non starò a spiegare, mi ha toccato profondamente l’anima. Trovo davvero ammirevole questa tua sensibilità nel dire e non dire certe cose. Nel lasciare largo spazio al pensiero,al cuore, per diventare tutt’uno con i sentimenti che si sprigionano grazie alle tue parole.

    Ora metterò il link nella colonnina,così potrò leggerle e rileggerle a mio piacimento. Io adoro le poesie. Per me sono una vera carezza per l’anima!

    Per quanto riguarda Tomas Eliot invece di carezza,sarebbe meglio dire un pugno nell’anima!

    In casa ,dato che ho una discreta raccolta di autori,ho trovato un libro pieno di sue poesie. Ho prima approfondito il profilo del poeta, cercando di scoprire il più possibile i lati del suo carattere,la sua vita. Ne è venuto fuori un ritratto di un uomo piuttosto tormentato,molto introverso.Alla ricerca di trovare il verso giusto che lo facesse entrare nell’olimpo dei poeti affermati. Studioso di Dante,a tal punto da non esitare a prendere in prestito parole e stile da inserire nelle sue opere.

    Poi ho iniziato a leggelo. Non solo la “Terra desolata” con le composizioni ” La sepoltura dei morti- Una partita a scacchi- Il sermone del fuoco_ La morte per acqua-V.Ciò che disse il tuono-

    Ma pure “gli uomini vuoti”- Mercoledì delle ceneri- Poesie ( con tutta una sfilza di poesie ) ” Prufrock e altre osservazioni ” ( canto d’amore-ritratto di signora- preludi- rapsodia di una notte di vento- Mattino alla finestra- Zia Helen- la cugina nancy- il signor Apollinas- Isteria- Conversazione galante- la figlia che piange)

    Ne avrei ancora da leggere ma ho deciso di fermarmi. In quanto,devo ammettere la mia completa incompetenza per comprenderlo a fondo. Si capisce che sono versi che descrivono un animo tormentato,bisognoso di credere in qualcosa in cui non riesce a credere. Sono tutte elucubrazioni interne dove,per me,non trapela nessuno vero sentimento. Per cui non riesce neppure a trasmetterlo.

    Ma ripeto,è sicuramente una mia mancanza di conoscenza. Perchè non per niente è i suoi scritti sono inseriti in questa collana ” La grande poesia ”

    Certamente spiegato da qualcuno che lo ammira, sarei riuscita a comprenderlo meglio. Come accade quando ci troviamo davanti ad un quadro astratto… alle prime occhiate sembra un groviglio di colori,linee…poi ci viene spiegato e tutto comincia ad avere un senso!

    Comunque, per me,i tuoi versi sono assai più belli e sentiti. :) Ciao!!!

  2. giulia scrive:

    oggi anche per me è una giornata da waste land…

  3. Vitty scrive:

    Complimenti per la scelta di questo testo.Davvero difficile da interpretare. Mi piacerebbe sentire una tua spiegazione :)

Replica al commento

XHTML: Puoi usare i seguenti tag: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>

Codice di sicurezza:

Tags
Meta commento:
RSS Feed per i commenti

 Successivi 50 articoli
Cambia tema...
  • Utenti » 64684
  • Articoli/Pagine » 166
  • Commenti » 2,309
Cambia tema...
  • VoidVoid « Template standard
  • VitaVita
  • TerraTerra
  • VentoVento
  • AcquaAcqua
  • FuocoFuoco
  • LeggeroLeggero

Rivoluzionari in sottana



    Nessuna sottopagina.

Fotoalbum



    Nessuna sottopagina.