03 Apr 2008 @ 3:26 PM 

Lezioni condivise 17 -  S‘afferra-afferra

"Tancas serradas a muru / fattas a s’afferra-afferra / si su chelu fit in terra / lu dizin serrare pure!"
(tanche chiuse con muri, fatte arraffando a gara, se il cielo fosse in terra, anche quello chiudereste).           Melchiorre Murenu

Ho già accennato in brani precedenti (vedi "Quei cazzari dei Savoia!", "Sa die de sa Sardigna", "Preistoria: eppur persiste!") al ruolo che ebbero i Savoia in Sardegna, fin dal loro insediamento, nella prima metà del settecento. La Sardegna servì loro: per mantenere il titolo regio, che avevano acquisito da pochi anni con la concessione e successiva perdita della Sicilia; per esercitare il prelievo fiscale, tipico dei regimi coloniali; per trafugare le poche risorse naturali; per trovarvi rifugio quando vennero cacciati da Torino. Gli storici italiani hanno parlato e parlano di "riformismo sabaudo" (mei cojoni!!! – non so se è passabile in una lezione di Storia questa annotazione molto particolare).

Certo particolare è anche il rapporto del Regno di Sardegna con i duchi di Savoia: questi nel 1720 divennero re di Sardegna, nazione a se stante, con una propria statualità, sempre mantenuta durante il dominio spagnolo, mai confusa con i possedimenti iberici, né territorialmente, né statualmente: il re di Spagna era anche Re di Sardegna. I Savoia invece estesero la denominazione di Regno di Sardegna, anche ai territori del continente. Si verificò dunque il fatto molto singolare di un Regno che portava il nome (originario) del territorio più marginale, più sfruttato, più povero; ma senza di esso i Savoia non sarebbero mai diventati "re"; senza la remissività e il servilismo di certi sardi che contavano allora, la statualità sarda, probabilmente, esisterebbe ancora, ovvero il regno d’Italia, sarebbe tuttora il regno di Sardegna, visto che nacque da un semplice mutamento di denominazione.

Non dimentichiamo a questo proposito che i Savoia, una volta re, cercarono di vendere a più riprese la Sardegna al miglior offerente, e solo per qualche caso sfortunato non ci sono riusciti (sfortunato per noi sardi, ovviamente).

Il grido: Sardegna, il tuo popolo non ti ha redento! testimonia la rabbia dei sardi che vogliono difendere la propria nazione, dunque il proprio popolo, in quanto esso è stato svenduto come si dice da noi "a tzappu barattu" (al prezzo di un straccio molto economico) e in modo del tutto confidenziale (chi vorrebbe convincerci che pochi burocrati cagliaritani e sassaresi potessero rappresentare il popolo sardo, tanto da poter autorizzare nel 1847 la "perfetta fusione" con il Piemonte e gli altri territori dei Savoia?).

Quella stessa "classe dirigente" che fece quell’infausto passo, ben presto si rese conto che la Sardegna aveva ceduto l’unica sua ricchezza, la propria statualità e in cambio non ebbe nulla, se non la derisione dei governanti piemontesi. Non è che oggi la situazione sia cambiata più di tanto!

Vediamolo allora cosa fu questo "riformismo sabaudo", le chicche di questi compratori di "nobiltà" a gratis!

Nel 1799 Carlo Emanuele IV fu costretto a stare a Cagliari sei mesi in seguito agli effetti della rivoluzione francese, per l’ "occasione", con il solito servilismo, i sardi (di cui sopra) rinunciarono alle cinque domande (vedi) appena ottenute ed in cambio (!) dovettero sobbarcarsi pure il mantenimento del re. Quando andò via, i sardi (sempre quelli di prima), non paghi, chiesero che vicerè fosse un membro della famiglia reale. Fu nominato appunto Carlo Felice, fratello del re, ribattezzato dai sardi, Feroce. Questi represse il banditismo con l’uso di uno spregiudicato "pentitismo"…

Solo dopo si occupò della Sardegna, ma ne trasse grosse rendite. Si occupò di sanità, cultura, università (medicina e chirurgia). Non era illuminato, ma paternalista. Fece istituire dei collegi. Nella sua corte vi fu anche qualche sardo: i Manca di Villa d’Orri, suoi amici di Vallermosa.

Stabilì l’obbligatorietà delle scuole elementari, fece costruire la strada Cagliari-Sassari (che porta il suo nome, non so con quanto merito), riformò il codice civile, che era ancora la carta de Logu di Eleonora, sopravvissuta agli spagnoli e lodata per la sua modernità, visto che risaliva al duecento.

Fondamentale era in Sardegna il lavoro della terra. Diversi istituti che favorivano la semina erano frutto dell’iniziativa dei sardi, come i monti granatici, frumentari, nummari, che diedero poi origine alla nascita delle banche, prima casse di reddito agricolo, poi Banco di Sardegna. Nel 1804 nacque la Reale società agraria, poi assorbita dalla Camera di Commercio. Si rifaceva all’Accademia dei georgofili (economia). Di essa fece parte Giuseppe Cossu e il suo compito era lo studio dell’agricoltura per il miglioramento strutturale della stessa.

Secondo i piemontesi la panacea per il rilancio agricolo era la privatizzazione dei terreni comuni (vendita). Ciò favoriva i ricchi agricoltori e danneggiava i pastori. Era il preludio all’editto delle chiudende: l’attribuzione dei terreni in proprietà a chi li aveva sfruttati per il più lungo periodo.

Trattandosi di beni comuni, si faceva salvo il diritto di terzi per la raccolta d’acqua o il passaggio, ma con il tempo iniziarono gli abusi, alcuni chiusero addirittura delle strade statali.

I giudici cercarono di controllare e risolvere questi casi. I processi si protrassero per molto tempo, anche successivamente al 1848.

Questo stato di cose fu formalizzato con legge nel 1820 (Editto sopra le chiudende) e presto iniziarono le rivolte popolari, la più importante quella di Nuoro del 1831, repressa nel sangue. Negli anni successivi i piemontesi tolsero ogni residuo diritto sui terreni ademprivili di uso comune (vedi), introducendo la definitivamente la proprietà privata a danno della classi meno abbienti.

La chiusura avveniva con muri a secco e ciò portò alla distruzione di molti nuraghi. Essa ovviamente era un danno per i pastori: la pastorizia era l’attività più redditizia in Sardegna. Peraltro, in seguito, i terreni venivano frazionati tra gli eredi e ciò causò un danno anche per l’agricoltura. Tanti dovettero vendere i terreni per pagare le tasse prediali.

Si voleva imitare con faciloneria l’Inghilterra, ma non fu così: in Sardegna si era pensato solo a chiudere, non erano state create le strutture per far fruttare i terreni. Tra i proprietari terrieri non nacque un ceto "borghese".

La "perfetta fusione" comportò l’abolizione degli Istituti che garantivano l’autonomia del Regno di Sardegna e l’immediata istituzione dell’imposta "prediale", immediatamente dopo la formazione del catasto. Siamo nel periodo cavouriano, aumentavano le imposte: quella sul macinato, quella sugli ademprivi (terreni liberi) (vedi).  Vi furono gli espropri per reperire i terreni per la ferrovia.

Alla fine dell’ottocento vennero fatte tre inchieste parlamentari, per "risolvere" i problemi della Sardegna. Forse furono solo dei dossier che attestarono la nostra innocuità.

Quando li smentiremo?

(Storia della Sardegna – 15.3.1996) MP

Brindisi a su Connotu di Salvatore Rubeddu (1847-1891)
Cantamus tottu a su Connottu una multiplica, ca nudda a Deu b’hat impossibile.
Colli su meu già chi in su pradu, "locu ammirabile", comente e soriche nde ses intradu: locu e pastura, locu e friscura.
Viva a sa sorte chi fachet corte, fina a sa morte; viva a sa provvida de su dinare; viva a Costanza ch’ischit consizare.
Chie in Nugòro incontrat tesoro l’hat pro vittoria. Chie muru ruttu nde pesat, tenelu pr’omine astutu.
Cand’istat bene non fachet carculu chi certos ainos boe li nene e pro dispiachere corfat sa muzere.
Viva a sa sorte… viva Luisi ch’ischit ascurtare.
Nana a sa croca: "bocalos, boca sos battor correddos" e chie m’intendet non est miraculu si mi cumprendet; fit iscusadu si fini battoro, ma prus de doichi nchend’hat bocau. Ma senza imbrollu forte est a collu.
Viva a sa sorte… viva a chie ischit su pesu suportare.
S’omine maccu juchet su saccu senza malissia de beffajolu. Semper det pranghere a disconsolu su disperau chircande cozzula.
Viva a sa sorte… viva cuddos chi s’ischini imbarare.
D’unu attrivudu isbirgonzidu ecco su carculu: sa gente brutta supra s’istabile mi benit sutta, e mi rispettan comente e principe tantu ammirabile; a pes si ghettan e sò rispettau sende isfamau.
Viva a sa sorte chi fachet corte fina a sa morte; viva a sa provvida de su dinare; viva a Costanza ch’ischit consizare.

(Cantiamo tutti a su Connottu perché nulla a Dio è impossibile.
Prenditi anche la mia parte dal momento che nel prato comunale, luogo mirabile, sei entrato come un topo; nel bel posto del pascolo e della frescura.
Viva la sorte che si decide a corte fino alla morte; viva alla provvista di danaro; viva Costanza che sa dar consigli.
A Nuoro chi trova un tesoro è un vincitore. Chi rialza un muro abbattuto è un uomo astuto. Quando uno sta bene, lo puoi chiamare "bue" anche se resta un asino e picchia la moglie per un dispiacere.
Viva la sorte che si decide a corte fino alla morte, viva alla provvista di danaro, viva a Luigi che sa ascoltare.
Alla lumaca si chiede di tirar fuori i quattro cornetti: chi mi ascolta sa bene che cosa voglio dire e sarebbe scusato se fossero quattro, ma ne ha tolto più di dodici. Ma senza dubbio è uno che regge bene.
Viva la sorte che si decide a corte fino alla morte; viva alla provvista di danaro, viva chi sa sopportare il peso.
L’uomo matto porta il sacco senza la malizia del beffatore e il disperato piangerà senza conforto cercando pane fino alla morte.
Viva la sorte che si decide a corte fino alla morte; viva alla provvista del denaro, viva quelli che sanno appoggiarsi.
Ecco il calcolo di un temerario e svergognato: "la gente brutta che stava sopra ora mi sta sotto e mi rispetta come un principe davvero ammirevole. Si gettano ai miei piedi e sono rispettato pur coperto d’infamia".
Viva la sorte che si decide a corte fino alla morte; viva la provvista del denaro, viva Costanza che sa dar consigli.)  

Scritto da: indian
Ultima modifica: 03 Giu 2013 @ 09:08 AM

EmailPermalink
Tags


 

Commenti a questo post » (43 Totale)

 
  1. ?? ??? scrive:

    Hi, I check your blogs daily. Your writing style is awesome, keep
    it up!

  2. ugg ??? scrive:

    Hmm is anyone else having problems with the images on this blog loading?
    I’m trying to figure out if its a problem on my end or if it’s
    the blog. Any feed-back would be greatly appreciated.

  3. UGG ??? scrive:

    Because the admin of this web site is working, no uncertainty very quickly it will be renowned,
    due to its feature contents.

  4. UGG ??? scrive:

    Good post. I definitely appreciate this website.
    Thanks!

  5. ?? scrive:

    I constantly emailed this blog post page to all my associates, since
    if like to read it then my friends will too.

  6. ????? ??? scrive:

    For the reason that the admin of this web page is working,
    no doubt very shortly it will be famous, due to its quality contents.

  7. ???? ??? scrive:

    Hello, everything is going perfectly here and ofcourse every one is sharing facts, that’s really excellent, keep up writing.

  8. ?????? scrive:

    Link exchange is nothing else but it is simply placing the other person’s web site link on your page at suitable place and other person will also do similar in support of you.

  9. COACH ?? scrive:

    Why users still use to read news papers when in this technological world all is accessible on web?

  10. ????? ?????? scrive:

    Appreciate this post. Let me try it out.

  11. Grazia scrive:

    ..occorrono bombe? :-) )

    ho usato il traduttore per capire ahhahahah

    un abbraccio

  12. Fly scrive:

    scusa angel ma veramente sto pomeriggio stavo sclerando con il pc… quando si ha fretta la posta non funziona…. ma cosa mi stavi raccontando??? dicci dicci!

  13. cleide scrive:

    Angel, i’ vorrei che tu e Celia ed io

    fossimo presi per incantamento,

    e messi in un vasel ch’ad ogni vento

    per mare andasse al voler vostro e mio…A FORA SOS ITALIANOS!!

    Ne parleremo un giorno sotto un leccio..se non li distruggeranno per costruire un PONTE!!!

  14. Angel…avete vinto lo scudetto ed io sono andata a Appiano Gentile a vedere gli alenamenti dell’Inter:-))))

    Beh…Mancini è molto gentile:-)

    Ibra il più simpatico…

    Non diventerò interista però resterò Comunista Leninista…

    Chiudo il Blog…

    Buona fortuna, A.

  15. Barbara scrive:

    Grazie per l’abbraccio e per l’incoraggiamento che hai rivolto a me ed Angel (la tua “alternos”)… speriamo che la tua influenza porti solo cose positive :)

    Un dolce abbraccio.

    Buona giornata.

  16. ivy phoenix scrive:

    diciamola tutta… i Savoia anche ai giorni nostri non è che siano cambiati…

    si vantano e fanno i signori.. ma al di fuori, perchè dentro, di signorilità vera non ne hanno una briciola…

    sai angel… per me passi.. ma approfittando di me, facendo pagare a me.. toglieva a sua figlia.

    diceva di non avere soldi e pagavo.. ici e immondizie ok come proprietaria spettavano a me, ma anche l’acqua che per questo usavano senza ritegno.. non passava niente alla figlia, mai un regalo neanche a natale o ai compleanni, e intanto loro andavano in vacanza assieme…

    spero di trovare qualcuno illuminato..

    perchè come dici tu.. la giustizia purtroppo dipende dal giudice, anzi dalla testa del giudice

  17. Do scrive:

    ciao Angel… sono d’accordo sardegna sottobraccio e andiamo via. Sinceramente io ho smesso di pensare, dopo queste elezioni, quale gruppo politico rappresenti il bene e quale il male. La questione è molto più grande di me, Berly al potere o Veltry, non cambiano la mia situazione.

    Tutti questi anni lo hanno dimostrato.

    Per quanto riguarda Grillo io penso che c’entri eccome con i suoi candidati. Loro sono l’immagine del cambiamento che Grillo vuole proporre, come si può pensare ad un cambiamento se i candidati sono i soliti figli di papà (e alcuni sono figli di padri impegnati politicamente… )che fanno i pignoli sulle sciocchezze? Certo ogni candidato ha il suo spazio virtuale dove puoi commentare e sputtanare (regola dettata da Grillo in persona) ma non è così facile sputare addosso al tuo vicino di casa. Dopo ti corca di botte mica è come Gentiloni che si lascia insultare nel suo blog.

    travaglio a Torino ha fatto una campagna politica anti Alemanno a tal punto che mi è sembrata indirettamente pro Rutelli… benissimo, allora che ci fa la moglie di Rutelli in una televisione del Cavaliere?

    Bisogna essere coerenti fino in fondo mica solo quando fa comodo.

  18. cleide scrive:

    Si, anche noi abbiamo la finestra. Abbiamo l’asino in casa.:-)

    Se vuoi eliminarlo devi pubblicare un altro post.

  19. ivy phoenix scrive:

    grazie per il commento…

    sì patrocinio gratuito… magari…

    l’assurdo è che non me lo danno perchè sono in comunione dei beni.. con tipo che mi ha denunciata…

    grottesco

  20. ::Sonia:: scrive:

    Scusa Angel… ho una missione da compiere… dare amore a tutta la blogsfera… e guarda abbiamo solo bisogno di quello… tantoooooooo ammmmmmoreeeeeeeee…

    Questi sono da parte mia…

    http://www.soniabaglieri.com/foto/kisses.gif

  21. celia scrive:

    Avevo fuori uso il PC. Sono stanca. Incazzata. E chi più ne ha più ne metta. Sardi che fare? Io non lo so se hai idee geniali batti un colpo.

    Vedo che tra i tuoi commentatori c’è sardignoli. Non ho mai sentito tante stronzate tutte insieme come quelle che scrive nel suo blog. Se non vuoi una dissenteria continua, il blog fa cagare, non passarci. Anzi si che voglio vedere che dici.Però passa nel sardignolicazzari.blog.tiscali.it e leggi l’ultimo post. Dai si leggilo. :) )

    Caro Angel scrivi sempre delle cose interessanti. Non sembri nemmeno quello che mi diede della acidella. Vabbè cose vecchie. Passo da un argomento ad un altro ma il nostro sardo allievo di super jurman ha vinto.

    Senti sono gelosa gelosissima issima issima che nella colonna laterale fai gli auguri a Sonia con tanto di cuoricino. Vedi di ricordarti che il mio compleanno è il 13 maggio. Non mettere uno yogurt come immagine però :)

    Saludos e basos.

  22. ivy phoenix scrive:

    stavolta la musica è partita subito…

    beh ripasso per dirti buona domenica angel

  23. unu molenti! scrive:

    e che ci frega?

  24. ::Sonia:: scrive:

    Grazieeeeeeeeeeeeee!!!!!!!!!!!!!!

    La poesia è stupenda… il quadro di Hayez è strpitoso, uno dei miei preferiti… il particolare del cuoricino a lato è troppo bello!!!… Grazie M., con todo mi corazòn… passa da me che il party è ormai iniziato… te beso, mil y mil veces… Sonia

  25. ::Sonia:: scrive:

    Buongiorno Poirot… que pases un buen dia… muchos besos… Sonia

  26. cleide scrive:

    Celia ha il pc fuori uso.

    Per il resto sono molto amareggiata anche io. Ma, detto tra noi, questa sfiducia la sinistra se l’è meritata.Tutta.

    Per il lancio del nano ok. Organizziamo? :-)

  27. cleide scrive:

    E mò come la mettiamo?:-(

    Ma tu mi sai spiegare quella percentuale della Lega in Emilia Romagna? Ma si sono bevuti il cervello?

  28. ivy phoenix scrive:

    uhm… se schiaccio sul triangolino per far partire la musica mi appare l’avviso “per riprodurre questo file è necessaria la licenza”

    accidenti!

    buona domenica a te

  29. Renato scrive:

    Nemmeno a Torino i miei bisnonni nutrivano ricordi molto positivi dei Savoia.

  30. ::Sonia:: scrive:

    Uccel di bosco a me?!… Ma come ti permetti brutto anarchista!!!… Guarda che ti mando il mio amico Cupido, e guarda che lui è molto vendicativo… Farebbe qualsiasi cosa per me!!!…

    Non mi dire che in sardo si dice “cojones” come in spagnolo?… però Highlander, quante paroline abbiamo in comune (ti ricordi quando ti chiamavo Highlander?… ne è passata acqua sotto al nostro ponte)… Il popolo sardo “prigioniero” di politici-politicanti capitalisti… venduto al miglior offerente… guarda inerme il cambio dei “padroni”… che vogliono far fruttare solo i propri interessi… e certamente a loro non gliene poteva fregar de meno delle sorti della Sardegna… Scusami per la sintesi, ma sono digiuno di storia sarda, e quella che conosco, è perchè la leggo attraverso i tuoi testi…

    Per chi vai a votare domani?… (tranquillo, avevo letto già da un pò di giorni le tue intenzioni)… speriamo bene, querido siamo “sulla stessa lunghezza di voto”… Hai sentito in Spagna che è successo?… la sinistra mette più donne che uomini al governo… così si fa!… Il ministero della difesa viene assegnato ad una donna incinta!… così si fa!… In due ci si difende sicuramente meglio!!!… Ma come sono contenta di essere spagnola!!!…

    Ho ricevuto adesso le tue opere, domani vedrò di visionarle-ricomporle con calma… Come mai a te le immagini passate allo scanner ti vengono così piccole?… a me vengono giganti!!!… Ma hai usato la giusta risoluzione?…

    Muchos Besitos, para mi Interista Anarchista favorito…

    Tu y Yo… tomamos la misma dirección… Izquierda!!!…

    Sonia

  31. Phoebe scrive:

    Ciaoooo

    bhe grazie del commento che mi avevi lasciato…grazie mi ha fatto davvero piacere ;)

    bhe la tua pagina poi è molto belle e molto interessante,anche perchè ho riscoperto cose che non sapevo…grande ;)

    spero di risentirti presto

    un bacione

  32. sillaba scrive:

    Ciao Angel, bel post , interessante…

    Buon fine settimana ;)

    Bella anche la musica di sottofondo , prima di chiudere , me la voglio ascoltare tutta!!!!

    Un sorriso

  33. ::Sonia:: scrive:

    Dopo ritorno a leggere…

    Uccel di bosco?… perchè?… spiegati, o artista surreal-naif!… Inviami quelle cose, non vedo l’ora di prenderne visione…

    Besitos… Sonia

  34. ::Sonia:: scrive:

    Nella piattaforma di myblog non si possono postare le immagini… se si poteva fare ti avrei già postato nei commenti un sacco di cuoricini gif… Ti avviso, che siamo in contemporanea… besitos… Sonia

    P.S. Dimmi la verità, l’immagine era talmente astratta che non compare apposta!!!… aribesitos…

  35. ::Sonia:: scrive:

    Siamo in contemporanea!!! Cosa, quel ?… Spiegati… svegliaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaa… besitos… Sonia

  36. ::Sonia:: scrive:

    Besossssssssssssssssssssssss!!!!!

  37. ::Sonia:: scrive:

    Svegliaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaa!!!!!!!!

  38. giampaolo scrive:

    Se devo essere sincero non ci ho capito molto!ciao

  39. cleide scrive:

    C’è un libro di Romano Ruju che si intitola Su connottu, ispirato ai fatti del 1868 di cui mi è stata consigliata la lettura. Però inizio a pensare che dovrò prendere qualche lezione di lingua sarda. A sentire te E celia qualcosa ho imparato, per lo meno riesco ad intuire il senso del discorso, ma sono molto lontana dalla piena comprensione.

    Ho letto il tuo appello nella colonna laterale.:-)

  40. celia scrive:

    E’ arrivato un’orgasmo sardo-nuragico-indipendentista.

    Bello. Bellissimo. Rileggo ancora.

    E ancora e ancora…

    Saludos…

    ho letto in un blog che ti intendi di super jurman :)

  41. ivy phoenix scrive:

    questo si chiama orgoglio sardo eh?

    salutino

  42. Grazia scrive:

    ….mi sto annoiando..quasi quasi vengo a pennellarti il blog :-) )))))))

  43. diotima47 scrive:

    caro compagno, dammi rifugio in un fienile quando potrò fuggire solo per mare!
    Annida frammenti di me tra i tuoi nuraghi!

Replica al commento

XHTML: Puoi usare i seguenti tag: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>

Codice di sicurezza:

Tags
Meta commento:
RSS Feed per i commenti

 Successivi 50 articoli
Cambia tema...
  • Utenti » 64636
  • Articoli/Pagine » 163
  • Commenti » 2,218
Cambia tema...
  • VoidVoid « Template standard
  • VitaVita
  • TerraTerra
  • VentoVento
  • AcquaAcqua
  • FuocoFuoco
  • LeggeroLeggero

Rivoluzionari in sottana



    Nessuna sottopagina.

Fotoalbum



    Nessuna sottopagina.