19 Mag 2006 @ 3:01 AM 


SU DISTINTI POLITICI D?OGGI… CI SCATARRO SU

16 dicembre 1992, da ?L’indipendente?
“Il segretario del Garofano ha ricevuto lunedì notte un avviso di garanzia per corruzione, ricettazione e violazione della legge sul finanziamento pubblico dei partiti. Lo inchiodano le testimonianze di Chiesa, Lodigiani e Ligresti. Lui reagisce parlando di aggressione politica e lascia capire che non si dimetterà…?
16 gennaio 1993, da ?Il Mattino?
“Allarme” tangentopoli anche dentro l’azienda di BERLUSCONI, per la corruzione della Guardia di Finanza con tangenti pagate da quattro società del gruppo. Il fratello di Silvio Berlusconi, Paolo, si auto accusa, dichiarando che era lui che aveva autorizzato gli anomali pagamenti. Ma nelle indagini che poi seguiranno gli inquirenti non crederanno alla sua versione, non la riterranno attendibile e rovesceranno la posizione; cioè, che il fratello non poteva essere all’oscuro dei gravi fatti che si addebitano alle quattro società coinvolte, perché – questo il giudizio espresso – l’onnipresente Silvio Berlusconi era lui al vertice delle quattro società, mentre il fratello era una figura marginale e comunque non con quell’autorità da poter decidere e disporre di somme considerevoli come quelle date nell’illegalità…”
(Silvio Berlusconi, dopo le elezioni politiche del ’94, formerà il governo e assumerà la carica di Presidente del Consiglio. Riceverà un avviso di garanzia. Dimissionario dopo un mese, con la caduta del suo governo, Berlusconi andrà sotto processo e il 7 luglio 1998 sarà condannato a due anni e nove mesi di reclusione).
I passi sopra riportati datano la mia nausea per la politica, o meglio, per la politica dei partiti corrotti dell?arco incostituzionale. Non è tanto tangentopoli che mi nauseva: come per lo scandalo Moggi-Galliani, quell?andazzo si conosceva da anni, ma nessuno aveva il coraggio di intervenire, di denunciare. Dunque, poteva farmi solo piacere che, finalmente, lo scandalo fosse esploso e che lentamente si facesse un po? di pulizia…
I motivi della nausea erano invece di due tipi:
il primo, scoprire che la matematica è davvero un?opinione… Insomma se ti crolla il mito del 2+2, è un dramma… e qui accadde che in pieno repulisti, non solo la gente premiò con il voto i partiti colpiti dallo scandalo (il primo caso di “corruzione democratica”! evidentemente si era diffusa in modo capillare), ma elesse l?eminenza grigia di tangentopoli, il grande vecchio, insomma il grande fratello (… di Paolo), a Presidente del Consiglio… Ricordo ancora, mesi prima, quella faccia sconosciuta che all?improvviso cominciò ad apparire nelle reti private, con quel sorriso da segugio, a convincerci che gli volevano chiudere Fininvest)…
La nausea per la politica derivava invece dal notare che, spariti pli, pri, psdi, dc, psi, la sinistra occupasse il loro spazio e, di fatto, si snaturasse (esemplare il percorso del PR: dall?alleanza con Lotta Continua a quella con il centro destra. Un salto del genere, non solo non potevano prevederlo i sociologi, ma nemmeno Giorgio Gaber… che teorizzava già da tempo gli scivoli partitici). L?ex-PCI (che sinceramente non mi era mai piaciuto) diventò un partito tra il socialdemocratico e il liberale, Rifondazione occupò lo spazio radical chic… restavano i verdi, “voce di uno che grida nel deserto”… ma le speranze di cambiare la società capitalista, classista, discriminatoria e via dicendo, crollarono.
Mi ricordai allora di essere sardo (lo sapevo già benissimo, ma è necessario un po’ di pathos), mi aggrappai alla speranza di riscatto della nostra terra; atto utilissimo, servì almeno a farmi accorgere meglio, di quanto lo stato italiano avesse occupato i vari settori della nostra vita e soprattutto le nostre coscienze… insomma anche i sardi sono “voce di uno che grida nel deserto.”
Altre speranze e altri ideali frustrati… Gli anni settanta sono stati anche anni di grandi speranze… Ora si può dire davvero che gli anni ottanta sono stati, invece, gli anni del riflusso, avvertito mentre avveniva e gli anni novanta, quelli della normalizzazione, in senso amerikano.
Ma torniamo a noi, parlavo della nausea con epicentro nel triennio 92-94… Ebbene, nell?ultima campagna elettorale e nel post-elezioni, alla nausea è subentrato il vomito… della serie ?Bravi sociologi. Avete sbagliato tutto? (Cor. Sera 28.2.1994).
Ma chiariamo, qui si tratta di vomiti ad personam, di vomiti dedicati, di vomiti eiettati dal sistema simpatico sulla faccia emesiaca di questi soggetti. Forse state pensando al Berlusca… no, no… lui al massimo provoca il conato, ma sul più bello ti fa esplodere in grottesche risate… si, perché il suo entourage ha grandi guitti e lui ne è il rex; un altro è ad esempio Galliani… (lui lo stomaco te lo centrifuga!!!)
Le facce da emesi sono altre, il Re è certamente quel Tremonti, i suoi principali vicari sono Calderoli e Vespa. Credo bastino i nomi; come per il confetto Falqui, basta la parola!
E? abbastanza evidente, a prima vista, l?arroganza viscida del primo, che è permanente, senza soluzione di continuità ed in sviluppo esponenziale; del maiale non me ne curo nemmeno; quanto all?ultimo, è davvero impunito, a parte la sua incapacità a camuffare il suo essere di parte, il suo viscidume… avete certamente assistito, almeno in parte, alla sua pesante attività iettatoria, irriguardosa e strisciante in ossequio al livore forzitaliota, in margine all?elezione dei presidenti di camera, senato e repubblica (supera anche Irene Pivetti, sulla quale stendiamo un velo…)
…Un vomito li seppellirà…
Riferimenti: …e il sole nascera?

Scritto da: indian
Ultima modifica: 23 Mag 2013 @ 02:31 PM

EmailPermalinkCommenti (46)
Tags
Tag: ,
Categorie: politica

 Successivi 50 articoli
Cambia tema...
  • Utenti » 64636
  • Articoli/Pagine » 163
  • Commenti » 2,217
Cambia tema...
  • VoidVoid « Template standard
  • VitaVita
  • TerraTerra
  • VentoVento
  • AcquaAcqua
  • FuocoFuoco
  • LeggeroLeggero

Rivoluzionari in sottana



    Nessuna sottopagina.

Fotoalbum



    Nessuna sottopagina.